Tag

, ,

Il progetto Rosie’s Book Club ha ormai più di un anno di vita. È nato come progetto freelance di insegnamento della lingua inglese attraverso i libri, un’idea che è il risultato delle mie ricerche come studiosa e della mia esperienza come insegnante. L’anno scorso ho collaborato con la Victoria Company di Jesi (Ancona) ad un progetto chiamato Literature f20150319_172852or you incentrato su degli incontri di conversazione in lingua dedicati ai grandi libri della letteratura angloamericana. A seguito di alcune incomprensioni, la collaborazione non è stata rinnovata.

Ieri però su facebook è uscita una nuova iniziativa della Victoria Company che prevede incontri di conversazione incentrati sui libri. Il nome dato alla serie di eventi è The VC Bookclub. Ricordo ancora la diffidenza della scuola nei confronti del mio progetto. Certo, ci sono state persone molto disponibili che mi hanno aiutato e che ringrazio, ma ce ne sono state altrettante che non lo hanno sostenuto affatto e questo ha contribuito alla fine del progetto stesso. I book club sono molto popolari in Inghilterra e Stati Uniti (celeberrimo è quello protagonista del libro di Karen Joy Fowler, The Jane Austen Book Club da cui è stato tratto un fortunato film, qui il trailer), in Italia stanno prendendo forma in questi anni. Organizzarne uno per incentivare l’esercizio di una lingua straniera è una bella idea e stranamente è un’idea che è venuta in mente alla Victoria Company ora, dopo che nel territorio la sottoscritta ha organizzato diversi eventi per adulti e bambini basati proprio su questo principio.

Rosella Simonari, PHD

Annunci